Informazioni e osservatorio legale sugli strumenti finanziari derivati
Random header image... Refresh for more!


LA CORTE DEI CONTI DECLINA LA GIURISDIZIONE NEL PROCESSO SUI DERIVATI DEL TESORO



Si è concluso con una declaratoria di difetto di giurisdizione del giudice contabile il processo per danno erariale avviato presso la Corte dei Conti e che vedeva sul banco d’accusa la banca d’affari nordamericana Morgan Stanley, gli ex Ministri dell’Economia Domenico Siniscalco e Vittorio Grilli, il dirigente generale del Ministero Vincenzo La Via e l’altra dirigente del Tesoro Maria Cannata.

Secondo la Procura regionale del Lazio presso la Corte dei Conti, che aveva dato avvio al processo contabile, lo Stato italiano avrebbe subito un danno di quasi 4 miliardi di euro in connessione ad una operazione in strumenti derivati negoziata nel 1994 e chiusa nel 2011 facendo valere una discussa clausola che prevedeva l’estinzione anticipata del rapporto contrattuale con contestuale versamento di una ingente somma a carico delle casse pubbliche.

Nell’articolo de “Il fatto quotidiano” tutti i dettagli.

f
Segui il blog

Scrivi il tuo indirizzo e-mail, riceverai gli aggiornamenti direttamente nella tua casella di posta elettronica

Aggiungiti agli altri 41 follower:

Oppure iscriviti al servizio Feed RSS utilizzando il seguente link:

FEED RSS